Autore archivio: Dioniso

Qualche birra e un po’ di crescita personale

Lo chiamano Gius per uno stupido errore commesso più di vent’anni fa durante una lezione di inglese. Non è il suo vero nome, ma tutti lo conoscono con questo pseudonimo e anche lui ormai si presenta così. Lo incontro al…
Continua a leggere

Psychedelia – Al lavoro e ritorno

Sta succedendo qualcosa di strano, ormai da qualche giorno. Non so se debba preoccuparmi, ad essere sincero, ma continuo a rimanere perplesso. Vado a lavorare e il contachilometri della mia auto segna che ho fatto 23 chilometri. Torno a casa,…
Continua a leggere

Pensieri da una vita di (in)quieta disperazione

Non è un segno di buona salute mentale essere bene adattati ad una società malata. Jiddu Krishnamurti *** Seguendo le orme di Nietzsche e di altri Grandi (che si staranno rivoltando nella tomba al sentirsi chiamati in causa da uno…
Continua a leggere

I ricordi mordono

Due fatti scollegati. O forse no. Ieri sono andato a camminare e mi sono fatto qualche chilometro con una mia amica, chiacchierando. Qualche giorno fa ho buttato via un po’ di cose vecchie e svuotato un po’ di scatoloni. Il…
Continua a leggere

Consigli (semi)seri per diventare un Grande Artista

Tra una grigliata, una partita a carte e un giro per night club, ogni tanto anche uno come me trova il tempo di fare qualcosa di culturale. Qualcosa di diverso dal bere ventordici birre al bar mentre si discute della…
Continua a leggere

10 pensieri dopo la visione di Suicide Squad

L’altro giorno sono andato a vedere Suicide Squad al cinema, e non mi sono risparmiato, per due motivi. Primo, era un anno che stavo aspettando questo film. Un anno. Ed ero sicuro che questa pellicola avrebbe spaccato culi. Secondo, se…
Continua a leggere

Fernet e caffè

Entri nella stanza. Ti fai largo tra le persone ammassate, pensi di fermarti e invece esci in terrazza. Dieci secondi e già sei stanco di questa gente. Ricordati, perché sei venuto a questa festa? Ah sì, per creare network, farti…
Continua a leggere

“The Village” è un capolavoro

L’altro giorno mi sono riguardato per l’ennesima volta The Village di M. Night Shyamalan. Ora, questo regista ha prodotto vere opere d’arte (Il Sesto Senso), ma anche cagate pazzesche (E venne il giorno). Bisogna ammettere però che ognuno dei suoi…
Continua a leggere

Il momento di andare avanti

Ubriaco. Sono ubriaco di nuovo. Salgo sul tram e passo tra i sedili, barcollando e tentando di non cadere. C’è della musica potente e fastidiosa e non capisco da dove arriva. Poi mi tocco il culo e mi rendo conto…
Continua a leggere